Cosa facciamo

Siamo impegnati in Italia e nel mondo perché vengano riconosciuti e soddisfatti i diritti fondamentali di ogni essere umano, in particolare donne, bambine e bambini, contrastando povertà e ingiustizia e promuovendo uno sviluppo sostenibile e duraturo.

Settori di intervento

Il nostro impegno si traduce nel garantire il diritto all’acqua, al cibo, alla salute, all’educazione e alla dignità di ciascuna persona. Lottiamo contro ogni tipo di violenza e contrastiamo cause ed effetti del cambiamento climatico. Interveniamo per rispondere alle emergenze e ci impegniamo perché l’aiuto umanitario possa favorire la ricostruzione. Il 18% di tutti i fondi è attualmente impiegato in Italia ed in Europa. L’82% invece, è usato nei paesi dove l’impatto della povertà è più forte, dove spesso mancano i diritti fondamentali e dove nuove guerre scatenano una nuova emergenza d’intervento veloce e diretta. I nostri progetti hanno garantito acqua e servizi igienici , altri aiuti umanitari ,educazione , diritti e parità di genere . Oltre il 20% delle nostre risorse è servito trasversalmente a rispondere ad obiettivi dell’Agenda 2030, come l’accesso alla salute, al cibo, alla tutela dell’ambiente ed agli effetti dei cambiamenti climatici. Infine, parte delle risorse è stato assorbito da azioni volte a sensibilizzare, informare e promuovere iniziative per chiedere cambiamenti concreti nelle politiche sociali e ambientali. La valutazione dei risultati ed il monitoraggio dei nostri interventi(in concreto la misurazione dei cambiamenti prodotti), è fondamentale per poter render conto del nostro operato, accrescere la trasparenza e la capacità dell’organizzazione di apprendere dall’evidenza operativa e dalle buone pratiche.

Dove Lavoriamo

Settori di intervento

0
progetti realizzati
0
progetti di emergenza
0
progetti di sviluppo

Pubblicazioni WeWorld News N.11

In questa edizione leggerai di come donne e bambini in Italia e nel mondo stanno affrontando l’emergenza Covid-19, grazie al sostegno ricevuto. Molte famiglie sono esposte al contagio a causa delle condizioni di povertà in cui vivono, il supporto di tanti donatori in questo momento così delicato ha significato molto per loro, che ora possono proteggersi e sognare un futuro migliore.