Il contesto

Promuoviamo il diritto alla salute supportando le strutture pubbliche e, in un’ottica di salute globale, agiamo in modo integrato con gli altri settori di intervento correlati: cibo, acqua, educazione, diritti e aiuti umanitari.

Nelle aree più povere, gli interventi sanitari vanno a integrare la lotta contro la malnutrizione dei bambini e delle loro madri. Nell'ultimo anno, infatti, abbiamo fatto screening a 144.505 bambini e preso in carico i casi più gravi. Per garantire l’accesso alle cure e una migliore qualità dei servizi offerti, abbiamo creato o rafforzato 141 presidi sanitari pubblici per oltre 136.000 persone, dotandoli di strumentazione e sostenendone la gestione.  

  • 195 mila le prestazioni sanitarie erogate
  • 8 mila le attività di prevenzione
  • 445 mila le persone raggiunte

Una promozione della salute efficace parte dagli agenti di salute, medici e volontari che prestano servizio nelle comunità. Per questo nel 2019 abbiamo organizzato 426 corsi di aggiornamento, coinvolgendo quasi 6.000 persone. Attraverso campagne più ampie di salute pubblica, nutrizione ed igiene, salute materna e riproduttiva, prevenzione dell’HIV, ebola e malaria, abbiamo sensibilizzato 122.500 persone, riducendo il rischio di contrarre malattie.