Negli ultimi anni la regione del Sahel è stata testimone di una violenza crescente con attacchi quintuplicati in Burkina Faso, Mali e Niger.
Queste circostanze hanno creato milioni di sfollati e fatto sì che molte aree si trovino in una situazione di grave carenza di viveri.

Le agenzie ONU hanno lanciato l’allarme parlando di milioni di persone affamate in Burkina Faso e Mali a causa di una situazione di crisi in rapido sviluppo aggravata dai cambiamenti climatici che inaspriscono la grave situazione di siccità che colpisce il paese.

Burkina Faso

Il Burkina Faso registra tra i tassi di malnutrizione cronica più elevati dell'Africa e del mondo, ne soffrono il 15% dei bambini al di sotto dei 5 anni. A causa di pratiche alimentari inadeguate, i bambini sono affetti da un deficit cronico di micronutrienti causa di gravi ritardi nella crescita fisica ed intellettuale.

Mali

Il Mali è uno dei paesi più poveri al mondo e dal 2012 sta attraversando una profonda crisi socio politica, specie nelle regioni settentrionali e centrali del Paese dove siamo presenti, che coinvolge 12,9 milioni di persone. Attualmente più di 1.300 scuole sono chiuse, privando migliaia di bambini dell'accesso all'istruzione.

Il progetto che WeWorld porta avanti in Burkina Faso e Mali ha come obiettivo quello di garantire l’accesso al cibo durante il periodo di siccità (da aprile a settembre) alle famiglie più vulnerabili.