WeWorld

WEWORLD FESTIVAL. 
3 giorni di film, teatro, incontri.

 

Anche quest’anno, in occasione del 25 novembre, Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne, WeWorld Onlus rinnova l’appuntamento e torna con l’8° edizione del WeWorld Festival. Con le donne. Per i loro diritti. Una manifestazione nata con l’obiettivo di accrescere la consapevolezza sulla condizione femminile, utilizzando linguaggi immediati e coinvolgenti: cinema, teatro, letteratura e talk, oltre a workshop.

L’ 8° edizione del WeWorld Festival si svolgerà dal 24 al 26 novembre 2017 all’UniCredit Pavilion, in Piazza Gae Aulenti a Milano, che UniCredit mette a disposizione di WeWorld Onlus gratuitamente per la seconda volta.

Sui tre palcoscenici del Pavilion si alterneranno ospiti del mondo della cultura, dello spettacolo, della letteratura e storie di vita quotidiana, con le quali WeWorld Onlus si confronta quotidianamente, nel suo lavoro di sensibilizzazione e di contrasto alla violenza. Una kermesse aperta al pubblico e gratuita (con prenotazione fino ad esaurimento posti su Eventbrite cliccando direttamente sull’appuntamento del programma o  scrivendo a festival@weworld.it).

L’intero evento si svolge con il patrocinio: Camera dei Deputati, Regione Lombardia, Citta metropolitana di Milano, Comune di Milano.

In collaborazione con: Festival dei Diritti Umani di Milano, Fuoricinema.

 Il nostro impegno nella difesa dei diritti della donna passa anche dal racconto di storie di coraggio, determinazione, capacità di reagire, forza d’animo e spesso di violenza. Storie di riscatto e di chi ce l’ha fatta: perché per ispirare il cambiamento, abbiamo bisogno anche delle storie e dei racconti, positivi e incisivi, di chi, pur avendo vissuto violenze e discriminazioni, è riuscito a modificare la sua vita. A modificare e, a volte, ribaltare la prospettiva.

Guarda il programma, seleziona l’appuntamento che ti interessa e prenota il tuo biglietto.
GLI APPUNTAMENTI SONO GRATUITI CON PRENOTAZIONE. È gradita la donazione.

PROGRAMMA

Clicca su ciascuna data per scoprire tutti gli appuntamenti del WeWorld Festival e prenotare il tuo posto.

  • 24 Novembre
  • 25 Novembre
  • 26 Novembre
  • Sala Franca Rame
  • Sala Frida Kahlo
  • Sala Margherita Hack
Ore 10:00
Lezione di Yoga. SOLD OUT, PRENOTATI PER LA LISTA D’ATTESA a cura di Angela Morgese

Una pratica che sollecita la consapevolezza, ed è solo attraverso la piena consapevolezza che si può fare luce su se stessi, darsi il giusto valore ed evitare di subire qualunque forma di sopraffazione e prevaricazione.
La lezione sarà incentrata, attraverso la pratica di alcune posizioni Asana, sull’acquisizione della consapevolezza del proprio corpo, dell’autostima, della stabilità e della valorizzazione della forza interiore.

Lezione a cura di Angela Morgese insegnante yoga diplomata 500 ore presso la scuola SoloYoga.

Clicca qui per partecipare.

Ore 10.00
Con le parole: laboratorio di dialoghi su persone, amori e relazioni Laboratorio per bambini - evento dedicato alle scuole

Progetto laboratoriale, condotto e curato da “L’Ombelico Onlus”, rivolto ai bambini delle scuole elementari sul tema stereotipi e differenze di genere.

Parole chiave e giochi saranno gli attivatori di una riflessione, adatta ai bambini, su questi temi.

Ore 10:00
Film d’animazione per bambini “Ernest & Celestine”

Ernest e Celestine” è la storia di un’improbabile amicizia tra un grande e grosso orso solitario, che sogna di fare l’artista e una piccola topolina orfanella che non vuole fare la dentista. Due esseri che in apparenza non hanno niente in comune, in un mondo in cui l’amicizia tra orsi e topi sembra essere irrealizzabile.

Una storia tratta dall’omonimo romanzo di Daniel Pennac, che attraverso una delicata metafora affronta il tema della lotta agli stereotipi e alle convenzioni. I protagonisti affrontano “a muso alto” le difficoltà e i pregiudizi per poter inseguire i propri sogni e le proprie passioni facendosi guidare dall’amore. Perché volersi bene semplifica e arricchisce la vita.

Clicca qui per partecipare.

Ore 10:00
Prova di Shiatsu a cura di Scuola Shiatsu IRTE

La capacità di accogliere l’altro, di creare relazioni fertili, rispettose, aperte, non è materia molto diffusa in questo periodo, nel quale è frequente la diffidenza e l’esclusione.

Lo shiatsu trova fondamento proprio in quest’apertura verso l’altro, che si concretizza in una relazione corporea rispettosa e armonica tra chi pratica lo shiatsu e chi lo riceve. L’esito dei trattamenti è percepito dai riceventi come maggiore vitalità e migliore equilibrio energetico.

La pratica, brevi trattamenti dimostrativi, che si propone al WeWorld Festival, sarà eseguita da operatori diplomati nell’IRTE che, fondata nel 1979, è una delle più longeve scuole di shiatsu europee.

Clicca qui per partecipare.

Ore 10.00
Workshop sugli stereotipi di genere nei luoghi di lavoro Condotto e curato da “Newton Management Innovation - Gruppo 24 Ore"

Un incontro con WeWorld Onlus e Newton Management Innovation per affrontare  i temi dell’empowerment e della parità di genere sui luoghi di lavoro:  nuovi punti di vista.

PROGRAMMA

1O.00 Registrazione e welcome

10.30 Leader del cambiamento insieme a WeWorld Onlus
Rosaria Costanza, WeWorld Onlus

1O.45 I costi della violenza sulle donne
Socia/awareness game

11.00 Il linguaggio sulle donne nei luoghi di lavoro, sui sodai media, nelle metafore organizzative
Eva Campi, Associazione Parole Ostili

11.15 La violenza nascosta sulle donne in azienda
Gianluca Cravera e Andrea Notamicola, partner Newton Management lnnovation

11.30 Rimuovere barriere e stereotipi
Valeria Cardi/lo Piccolino, consultant Newton Management lnnovation

11.45 Rimuovere le barriere e gli stereotipi di genere
Riccardo Lamanna, CEO State Street
Lia Turri, partner PwC. Emea O&/ Leader

Alessandra Fazio, Head Of Quality Management Nestlé Italiana
Kristen Anderson, Chief Diversity Officer Barilla Group

12.15 Questione di fiducia ed empowerment
Salvo Manganaro, in memoria di Micaela Masella

12.25 Agenda di intervento: formazione sulla genitorialità per il cambiamento
Gianluca Cravera, partner Newton Management lnnovation

12.40 Agenda di intervento: le azioni WeWorld Onlus
Elena Caneva, WeWorld Onlus

13.00 Call to action e chiusura

Per maggiori informazioni scrivere a: corporate@weworld.it

Ore 10:30
EXPONI LE TUE IDEE! “Parità tra uomini e donne: quote rosa sì o no?” Edizione speciale. SOLD OUT, PRENOTATI PER LA LISTA D’ATTESA Intervengono Carolina Pellegrini, Consigliera di Parità della Regione Lombardia e Diana De Marchi, Presidente Commissione Pari Opportunità Comune di Milano

Edizione speciale di EXPONI LE TUE IDEE!
Special guest Luca Mangoni

Il dibattito come scuola di cittadinanza, una competizione educativa, rivolta alle scuole superiori. Due squadre di studenti si sfideranno a suon di prove, documenti, opportune ricerche e affilate argomentazioni su “Parità tra uomini e donne: quote rosa sì o no?”. Un comitato di giurati composto da Chiara Bisconti, Adriano Coni e Massimo Ciampa, avrà il compito poi di valutare quale sarà l’argomentazione più forte e convincente.

Ospite d’eccezione al termine della gara è il noto architetto e artista Luca Mangoni, conosciuto dal grande pubblico sia per le sue opere edilizie, come la Mangoni Tower a Milano, sia  per la sua collaborazione con il gruppo musicale “Elio e le storie tese” e la vivacità dei suoi travestimenti sul palcoscenico, tra cui l’indimenticabile “Supergiovane”.
A chiusura della mattinata Carolina Pellegrini, Consigliera di Parità della Regione Lombardia e  Diana De Marchi, Presidente Commissione Pari Opportunità Comune di Milano.

Clicca qui per partecipare.

 

Ore 14.30
La violenza e le molestie contro donne e bambini. Un fenomeno da combattere tutti i giorni Convegno Commissione Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati

Convegno valido per assegnazione crediti formativi.
Scopri il programmma, clicca qui.

Evento aperto all’Ordine previa prenotazione. Iscrizioni online su FormaSfera

 

Ore 15:00
Talk con Suor Erbenia de Sousa e anteprima italiana del documentario “Baronesa” Conduce Letizia Rittatore, giornalista di Amica e Corriere della Sera

Suor Erbenia de Sousa vive nella cittadina di Crateús, nel Ceará, uno dei più poveri dei 27 stati brasiliani, il cuore del territorio semi-arido più popolato al mondo. Qui la siccità è la peggiore nemica dei contadini e la terra rappresenta la maggiore fonte di speranza.

Figlia di questa terra arida, Erbenia è diventata il simbolo di una donna rivoluzionaria che si batte per strappare le donne alla violenza, alla miseria e ai vincoli di una società machista e renderle libere. Per farlo attinge proprio alla “vocazione della terra” che da queste parti impregna ogni progetto e speranza.

A seguire documentario Anteprima italianaBaronesa”.
Il racconto della vita quotidiana di Leidiane e Andreia in una favela di Belo Horizonte in bilico tra violenza e speranza.

Clicca qui per partecipare.

Ore 15:00
ANTEPRIMA MONDIALE dell’opera video “Suspended Witches” di Ciriaca+Erre Il Corpo dell'Arte, tra Identità e Giustizia

Intervengono: l’artista Ciriaca+Erre che, per il suo ultimo video, è andata alla ricerca di villaggi sperduti in West Africa dove vengono tuttora isolate le streghe; la critica d’arte e sociologa Francesca Guerisoli, autrice del libro “Ni una Mas. Arte e attivismo contro il femminicidio”; la critica e curatrice d’arte Ginevra Bria che ha curato con Adelina Von Fustenberg la recente mostra “Africa. Raccontare un mondo al Pac”.

Un dialogo a tre voci che affronta il tema dell’affermazione dell’identità femminile attraverso differenti epoche e culture: dall’Africa, all’America Latina, all’Occidente. Il nuovo lavoro di Ciriaca+Erre è un’opera video che implode ed esplode in un mosaico di immagini. Una riflessione quasi antropologica sull’evoluzione umana riflettendo sui comportamenti dominanti e sulla rinascita dell’identità femminile, in una sorta di viaggio simbolico dove si stratificano e interagiscono luoghi, tempi, personaggi ed eventi molto diversi.

Clicca qui per partecipare.

Ore 15:00
Anteprima nazionale del documentario “City of Joy” Documentario presentato da Corriere della Sera - WeWorld Onlus- One Billion Rising

In occasione dei vent’anni dei Monologhi della Vagina,
Corriere della Sera – WeWorld Onlus- One Billion Rising
presentano
L’anteprima nazionale del documentario City of Joy  di Madeleine Gavin.
Introduce Corinna De Cesare, La27ora | Corriere della Sera

Dopo il debutto mondiale a New York a Novembre 2016, nell’ambito del “DOC NYC Film Festival”, arriva a Milano City of Joy, il documentario scritto e diretto da Madeleine Gavin, sulla storia del centro per le donne fondato in Congo dalla drammaturga Eve Ensler.

Il documentario racconta la storia  di un gruppo di donne ospiti  all’interno dell’ importante centro donne nella Repubblica Democratica Orientale del Congo, fondato da tre attivisti: il dottor Denis Mukwege (tra i nominati per il premio Nobel per la pace nel 2016), la drammaturga radicale e attivista Eve Ensler (conosciuta a livello mondiale per il celebre testo “I monologhi della vagina”) e l’attivista per i diritti umani Christine Schuler- Deschryver.  Considerato “il peggiore posto al mondo per essere una donna”, il Congo è stato martoriato da 20 anni di guerra,  che ha visto le donne subire  violenze indicibili.  Il documentario racconta il percorso che queste donne insieme ai fondatori del centro intraprendono per ridare un senso ad una vita annientata dalla violenza, trasformando quella devastazione fisica e mentale in forme potenti di empowerment per il loro Paese.

“Un’opera insieme straziante e entusiasmante, capace di scioccare ed essere al tempo stesso un inno alla vita”. New York Times.

L’anteprima di City of Joy è un evento promosso in vista della grande mobilitazione One Billion Rising2018, la campagna ideata 5 anni fa da Eve Ensler sulla base della drammatica statistica U.N. per cui una donna su tre in tutto il pianeta sarà picchiata o violentata nel corso della propria vita. Con adesioni di oltre 200 nazioni nel mondo e più di 100 città in Italia, One Billion Rising/un miliardo di voci contro la violenza è diventato un appuntamento annuale, radicale e gioioso, per celebrare nelle strade e nelle piazze la volontà di porre fine alle guerre dichiarate sui corpi delle donne in tutto il mondo.

Clicca qui per partecipare.


Ore 17:00
Talk con Cristina Comencini Conduce Roberta Scorranese, giornalista del Corriere della Sera

La regista e sceneggiatrice Cristina Comencini è la protagonista dell’incontro condotto dalla giornalista del Corriere della Sera Roberta Scorranese e curato da Fuoricinema.

Al termine della conversazione, Fuoricinema consegnerà a Cristina Comencini la targa premio per il suo impegno nel contribuire a divulgare presso il grande pubblico la cultura e il rispetto delle donne.

Clicca qui per partecipare.

Ore 17:00
Talk a cura del Festival dei Diritti Umani – L’anello debole delle migrazioni: le donne Princess Inyang Okokon, Lireta Katiaj e don Mussie Zerai. Conduce Danilo De Biasio

Intervengono Princess Inyang Okokon, Lireta Katiaj e don Mussie Zerai. Conduce Danilo De Biasio giornalista e direttore del Festival dei Diritti Umani di Milano.

A cura del Festival dei Diritti Umani di Milano.

È possibile spezzare la catena che lega le migrazioni e la prostituzione?
Sì, togliete pure il punto interrogativo: è possibile. Ma è difficile, perché gli interessi economici sono forti e i legami con le criminalità pervasivi.  Il Festival dei Diritti Umani di Milano, accogliendo l’invito di WeWorld Onlus, vuole alzare lo sguardo su questo tema che coinvolge giovani straniere (come vittime) ma anche, forse, il nostro vicino di casa (come cliente).

Protagonisti dell’incontro Princess Inyang Okokon, che con la sua organizzazione PIAM si occupa proprio di strappare dalla strada le prostitute offrendo corsi di formazione e una prospettiva lavorativa; Lireta Katiaj, che ha raccontato attraverso un diario come ha evitato di finire nel giro della prostituzione; don Mussie Zerai, prete cattolico e punto di riferimento per i migranti che fuggono dalle guerre e dalle carestie; Danilo De Biasio, giornalista e direttore del Festival dei Diritti Umani di Milano.

Clicca qui per partecipare.

Ore 18:00
Spettacolo Teatrale “Nonostante voi” – SOLD OUT, PRENOTATI PER LA LISTA D’ATTESA Di e con Livia Grossi. Tre donne, tre storie diverse di identità negate

Di e con Livia Grossi

Musiche originali eseguite dal vivo Andrea Labanca

Storie di resistenza al femminile. Livia Grossi, giornalista del Corriere della Sera, porta in scena riflessioni e testimonianze di donne italiane e straniere, e un ironico monologo sui requisiti necessari per ottenere la Carta d’identità di Donna.

Un reportage che la giornalista ha sapientemente tradotto in un reading, accompagnato da musiche dal vivo, che si interroga e riflette sul valore della donna come individuo, al di là dei tradizionali ruoli sociali di madre, moglie e figlia. Il diritto di esistere e il prezzo che si paga. Un viaggio tra parole e musica che trasforma il palco in una pagina di giornale con contributi fotografici, interviste in video, musica dal vivo. Un viaggio che appassionerà e farà riflettere.

Clicca qui per partecipare.

 

Ore 18:00
Talk con la scrittrice Valeria Parrella Presentazione del suo ultimo libro “Enciclopedia della donna. Aggiornamento”

La scrittrice napoletana Valeria Parrella, intervistata da Maria Elena Viola, direttrice di Gioia!, presenta il suo ultimo libro “Enciclopedia della donna. Aggiornamento”. Un romanzo ironico e sagace su quella “comunione” con il desiderio assente negli omonimi fascicoli usciti negli anni ’60.

L’Enciclopedia esponeva in modo chiaro e definitivo tutto quello che una donna era tenuta a sapere. Dall’alimentazione allo sport, dalle regole per essere un’impeccabile padrona di casa a quelle da imporre ai figli. Ciò che mancava in quel vademecum, lo racconta Valeria Parrella attraverso la sua protagonista Amanda, stimata docente di Architettura, smontando ogni convenzione. Uno sguardo sulla donna di oggi, tra regole e tabù del passato,  per capire da dove veniamo e dove andiamo.

Clicca qui per partecipare.

Ore 18:30
Talk “Cosa pensano gli uomini delle donne” Conversazione con il poeta e Youtuber Francesco Sole

Poesie ai tempi dei social.

Francesco Sole poeta e youtuber, autore del libro “Ti voglio bene-#poesie” (Mondadori 2017), è il protagonista di una conversazione intervista con Michela Mantovan, giornalista del Corriere della Sera.
Le #poesie di Francesco Sole, che hanno conquistato il web e generato milioni di visualizzazioni, sono contenitori di emozioni, attraverso cui Francesco si esprime e veicola temi importanti, come  il rispetto e l’amore per le donne.

Clicca qui per partecipare.

Ore 20:00
Film in anteprima “The Divine Order” – SOLD OUT, PRENOTATI PER LA LISTA D’ATTESA La lotta di Nora per il diritto al voto nella Svizzera degli anni 70

Diretto e scritto da Petra Biondina Volpe

Musiche composte da Annette Focks

Con Marie Leven Berger, Maximilian Simonischek, Ella Rumpf, Marta Zoffoli, Sofia Helin

Il film, attraverso la storia di Nora, giovane madre e casalinga che vive in un piccolo borgo in Svizzera, racconta della battaglia per il diritto di voto alle donne negli anni Settanta.

La campagna, lontana dalle città toccate dai grandi sconvolgimenti sociali del ‘68, inizia a sentire il fermento delle rivoluzioni sessantottine nei giorni in cui gli uomini sono chiamati alle urne per decidere del suffragio universale femminile: solo a quel punto Nora, insieme alle altre donne, faranno sentire la propria voce.

Clicca qui per partecipare.

Ore 21:30
Spettacolo teatrale “Ma che razza di Otello?” Con Marina Massironi – SOLD OUT, PRENOTATI PER LA LISTA D’ATTESA con Fabio Battistelli clarinetto, Augusto Vismara violino, Neruda pianoforte. Regia Massimo Navone

Testi di Lia Celi

con Marina Massironi
e Fabio Battistelli clarinettoAugusto Vismara violino, Neruda pianoforte

Regia Massimo Navone

Se a raccontarci l’Otello è Shakespeare, è una tragedia.
Se ce la racconta Verdi in musica, è un melodramma.
Se a raccontarla è un’attrice poliedrica come Marina Massironi, la fosca vicenda del Moro diventa un’esilarante cavalcata fra passioni e intrighi del Cinquecento e dell’Ottocento, con inaspettate e pungenti irruzioni nella stretta attualità.

Un’ora e mezza di parole, musica, risate e pensieri per capire che alla domanda “Ma che razza di Otello?” c’è una sola risposta, quella di Albert Einstein: “Razza: umana”.

Clicca qui per partecipare.

 

Clicca qui per scaricare il programma completo del WeWorld Festival e per maggiori informazioni scrivi a festival@weworld.it

 

Mostra aperta al pubblico – da venerdì 24 a domenica 26 novembre

 

perle-ai-porc-ALTA-i--

Io mi rialzo –  Mostra di Chiara Corio

 

Nell’arco delle tre giornate sarà esposta la mostra, creata ad hoc per il WeWorld Festival, “Io mi rialzo” dell’artista milanese Chiara Corio. Una trentina di quadri lavorati con fantasia, collage, fotografia, stoffa, che ritraggono le donne che sono entrate nell’immaginario collettivo da Frida Khalo alla Venere di Botticelli.  La mostra sarà anche l’occasione per presentare cinque opere inedite: cinque ritratti di donne segnate dal loro passato personale che hanno risposto alla violenza in maniera diversa. Tra queste Rita Hayworth, Amy Winehouse, Franca Viola.

Orari mostra:
Venerdì 24 dalle 15.00 alle 20.00. Sabato 25 novembre dalle 10.00 alle 18.30. Domenica 26 novembre dalle 10.00 alle 12.00

 

Il WeWorld Festival rappresenta il momento culminante della nostra campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne e i loro figli, un fenomeno che in Italia ha dati disarmanti.

Sono oltre 6 milioni le donne che in Italia subiscono violenza, molte di queste sono madri.

Nel 65% dei casi di volenza domestica i bambini vedono picchiare la propria mamma, esperienza che resta nei loro occhi e lascia un segno indelebile dentro di loro.

In 1 caso su 4 i bambini che assistono a questa violenza passano dall’essere spettatori a vittime.

Per loro siamo presenti, sul territorio italiano, con i nostri Spazi Donna WeWorld Onlus, attivi nelle città di Roma, Napoli e Palermo, in quartieri in cui la violenza sulle donne è talmente diffusa da essere non solo giustificata ma nemmeno percepita. In questi spazi ci rivolgiamo alle donne e ai loro bambini, per far emergere le situazioni più difficili e dare una risposta concreta.

Inoltre, siamo presenti con il programma SOStegno Donna nel Pronto Soccorso dell’ospedale San Camillo Forlanini di Roma, un servizio di accoglienza specifica H 24, 7 giorni su 7, che lavora in sinergia con il personale ospedaliero, per proteggere le donne vittime di violenza e, se necessario, anche i loro figli.

Aiutaci a proteggere le donne e i loro bambini dalla violenza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Con il patrocinio di:
logo-italia-the-circlelogo-italia-the-circlelogo-italia-the-circle
In collaborazione con:
logo-italia-the-circle
Media partner:
logo-italia-the-circle
Grazie a:
logo-italia-the-circle newton baci perugina baci perugina novamont
naima Food&Life AXA

 

Si ringraziano Scuola Shiatsu IRTE e La Conca dei 5 Umeboshi: Arti in Movimento a Milano.

Aiutaadesso!

Sono oltre 6 milioni le donne che in Italia subiscono violenza, molte di queste sono madri.

Nel 65% dei casi di volenza domestica i bambini vedono picchiare la propria mamma e di questi in 1 caso su 4 passano dall’essere spettatori a vittime. Aiutaci a fermare la violenza sulle donne e i loro figli!

 

SOSTIENI ORA