WeWorld
SE VUOI SAPERE COME RENDERE CONCRETO IL TUO AIUTO CHIAMACI DAL LUN-VEN 9.00-18.00 AL NUMERO 848.88.33.88

10^ EDIZIONE WEWORLD FESTIVAL
Film, teatro, incontri e mostre dedicate alle donne e ai loro diritti.

 

Sabato 23 e domenica 24 novembre torna al Teatro Litta di Milano il WeWorld Festival, che quest’anno taglia il traguardo della 10 ^ Edizione.

Due giorni ricchi di appuntamenti con film in anteprima, teatro, incontri, mostre e  performance organizzati in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne del 25 novembre, per accrescere il dibattito e la consapevolezza sui diritti delle donne, con particolare attenzione al tema dell’empowerment femminile, della violenza di genere e degli stereotipi ancora legati alla figura della donna.

Un’iniziativa molto importante per la nostra organizzazione perché crediamo che solo proponendo nuovi e altri modelli si possano davvero cambiare le cose, soprattutto in un Paese come l’Italia dove, ancora oggi, 1 donna su 3 è vittima di violenza a causa di un fenomeno purtroppo figlio di una società che mette le donne e il loro empowerment in secondo piano.

La decima edizione può contare sulla collaborazione di Lega Serie A, Fuoricinema, Festival dei Diritti Umani, Cavallo Rosa, Ordine dei Giornalisti della Lombardia, Consiglio e Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Milano e sul prezioso contributo di Best Western, Canon, Carrefour, Fondazione Cariplo, Google, Lexellent, Naïma, Mibac, Miur, Newton, PwC, State Street, Veuve Clicquot.


 SCOPRI IL PROGRAMMA DEL WEWORLD FESTIVAL

 

 

 

 

  • 23 Novembre
  • 24 Novembre
  • 25 Novembre
  • Sala Foyer
  • Sala Teatro
  • Sala Conversazione
Ore 10:00
Workshop: Nuovi Paradigmi per l’inclusione: genere, età e tecnologia

Un workshop dedicato alle aziende, nel corso dell’evento si ascolteranno le testimonianze di alcune importanti realtà aziendali, e ci sarà la presentazione di #I’m Remarkable, il format creato da Google che consente alle donne di celebrare i propri risultati sui posti di lavoro.

L’evento è organizzato con la società di formazione manageriale Newton spa.

ISCRIVITI presto, i posti sono limitati.

Il Workshop si terrà presso GOOGLE ITALY- Via Federico Confalonieri 4 – Milano

Ore 10:00
Workshop: Non si uccide per amore Come raccontare la violenza maschile sulle donne

Corso di formazione su linguaggio di genere per giornalisti, in collaborazione con l’ordine dei Giornalisti della Lombardia. 4 crediti formativi

Partecipano:
Stefano Piziali, responsabile programmi Italia e Europa di WeWorld.
Docenti: le giornaliste Gegia Celotti, Luisa Betti Dakli, Fiorenza Deriu, Stefania Carini.

ISCRIVITI

Ore 10:00
Film: For Sama Di Waad Al-Kateab e Edward Watts

For Sama è un viaggio intimo ed epico nell’esperienza femminile della guerra.

Una lettera d’amore di una giovane madre a sua figlia, il film racconta la storia della vita di Waad Al-Kateab attraverso i cinque anni della rivolta di Aleppo, in Siria, dove si innamora, si sposa e dà alla luce Sama, il tutto mentre il conflitto intorno a lei diventa catastrofico.

La sua macchina fotografica coglie storie incredibili di perdita, risate e sopravvivenza mentre Waad lotta con una scelta impossibile – se fuggire o meno dalla città per proteggere la vita di sua figlia, quando partire significa abbandonare la lotta per la libertà per la quale ha già sacrificato così tanto.

ISCRIVITI

Ore 10.30
Talk: Start To Talk Il ruolo del coach e l'abuso di potere. Storie di Manipolazioni e silenzi nello sport. Le proposte per una svolta.

Organizzato dall’associazione Cavallo Rosa, nata per denunciare casi di molestie nel mondo sportivo, un dibattito sull’abuso di potere nel mondo dello sport.

Intervengono:

Franco Arturi (presidente Fondazione Candido Cannavò)

Mauro Balata (presidente Lega serie B)

Roberto Samaden (responsabile settore giovanile FC Internazionale)

Maurizio Molinari (direttore della Stampa)

Mauro Fabris (presidente Lega Femminile Volley)

Modera: Daniela Simonetti, Giornalista e Presidente Cavallo Rosa.

ISCRIVITI

Ore 10:30
Matinée per le scuole Exponi le tue idee - edizione speciale SDGs on film al WeWorld Festival.

L’evento, che ha come focus il tema dell’integrazione e dell’accoglienza, prevede un dibattito secondo il format di Exponi e a seguire la proiezione del cortometraggio “Baradar” (15 minuti), la toccante storia di due fratelli costretti a separarsi dopo un lungo viaggio per fuggire dalla guerra e l’intervento del regista / sceneggiatore del corto e scrittore del libro.

Iniziativa realizzata nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da MIUR e MIBAC

 

 

 

 

 

 

Ore 12:00
Talk: Gli inganni di Pandora Con Eva Cantarella sulle discriminazioni di genere dal mito ai giorni nostri.

Nella storia antica c’è stato un momento in cui la differenza di genere si è trasformata nell’idea che le donne siano inferiori agli uomini: è il mito di Pandora. Partendo dal suo ultimo saggio Eva Cantarella illumina alcuni momenti di una vicenda lunghissima, che dal mito giunge ai medici e ai filosofi che hanno fondato il pensiero occidentale. Attraverso il suo racconto ricostruiamo e conosciamo una parte molto antica di noi stessi e facciamo esperienza di un passato da cui, finalmente, possiamo prendere le distanze per realizzare il nostro futuro.

Partecipano:
Eva Cantarella, Scrittrice
Massimo Cirri, Conduttore Caterpillar Radio Rai 2.

ISCRIVITI

Ore 12:00
Talk: Nuova pelle Conversazioni sull’emancipazione femminile tra lotte e nuovi stereotipi.

Anno 2019: parliamo di stereotipi di genere. Quali sono i più frequenti sul lavoro, in ambito scientifico, nello spettacolo, nella società moderna o, semplicemente, nella vita di tutti i giorni? Si confrontano sul tema il professore Gustavo Pietropolli Charmet, Alba Parietti, la giornalista scientifica Angela Saini, Francesca Vecchioni e l’autrice Silvia Ziche.

Partecipano:

Francesca Vecchioni, fondatrice e Presidente di Diversity

Angela Saini, giornalista scientifica, autrice di “Inferiori. Come la scienza ha penalizzato le donne – La nuova ricerca che sta riscrivendo la storia” (HarperCollins)

Alba Parietti, showgirl

Silvia Ziche, autrice di “L’allegra vita della quota rosa” (Feltrinelli Comics)

Gustavo Pietropolli Charmet, Psicanalista e psichiatra dell’adolescenza. Responsabile Scientifico del Consultorio Gratuito della Cooperativa Sociale Minotauro di Milano, Supervisore Clinico del Progetto TEEN Comunità Residenziale e Centro Diurno dell’Associazione CAF Onlus di Milano.

Autore del saggio “Le ragazze sono cambiate” (FrancoAngeli)

Modera: Maria Elena Viola, Direttrice Elle.

ISCRIVITI

Ore 15:00
Talk+Film: Il piacere è tutto mio L’emancipazione femminile passa (anche) dalla consapevolezza sessuale. CONTENUTO ESPLICITO

La liberazione sessuale è ancora costellata, oggi, da tabù e stereotipi duri a morire. L’incontro sul tema, anticipato dalla performance tratta dal canzoniere ironico-erotico di Veronica Raimo e Marco Rossari ‘Le Bambinacce’ (Feltrinelli), racconta di un mondo femminile, consapevole e sfaccettato, che anche attraverso la dimensione del piacere celebra la propria emancipazione.

Partecipano:

Eleonora Strozzi, marketing manager di Wovo  

Chiara Moscardelli, autrice di “Extravergine” (Solferino)

Veronica Raimo e Marco Rossari, autori di “Bambinacce”

Rossella Nappi, sessuologa. Il suo ultimo libro “sulla cresta dell’onda” tratta il tema della menopausa come nuova fase positiva della vita della donna

Benedetta Porcaroli, attrice e protagonista della serie Tv Baby.

Modera: Jennifer Guerra, The Vision.

Segue il film Female pleasure  Di Barbara Miller.

Cinque donne coraggiose di cinque religioni diverse si oppongono alla demonizzazione della sessualità femminile a causa dell’aumento del fanatismo religioso e mostrano la loro ricerca di una realizzazione a loro negata in questo mondo laico ipersessualizzato. Un film sul diritto all’autodeterminazione sessuale per tutte le donne.

ISCRIVITI

Ore 15:00
Talk: Dritte alla meta La lunga corsa verso l’emancipazione femminile nello sport.

La storia dello sport è costellata da imprese che hanno visto, come protagoniste, donne straordinarie: lo sa bene Serenella Quarello che, con l’illustratrice Fabiana Bocchi, racconta l’epopea di 50 donne che si sono distinte sul campo. Con la testimonianza dell’ex pallavolista Francesca Piccinini, la wrestler Adele Bernocchi, in arte Queen Maya, un confronto tutto al femminile sull’emancipazione di genere nello sport.

Partecipano:

Adele Bernocchi, “Queen Maya”, wrestler  

Francesca Piccinini, ex pallavolista

Serenella Quarello e Fabiana Bocchi, scrittrice e illustratrice di “Non puoi correre con i pantaloni corti” (Rizzoli)

Marta Carissimi, centrocampista AC Milan

Modera: Giacomo Iacomino, Gazzetta dello sport

ISCRIVITI

Ore 15:00
Film: Le invisibili Di Louis-Julien Petit.

Con Audrey Lamy, Corinne Masiero, Noémie Lvovsky, Déborah Lukumuena, Sarah Suco.

Le invisibili ha per protagoniste quattro assistenti sociali dell’Envol, un centro diurno che fornisce assistenza alle donne senza fissa dimora. Quando il Comune decide di chiuderlo, si lanciano in una missione impossibile: dedicare gli ultimi mesi a trovare un lavoro al variopinto gruppo delle loro assistite, abituare a vivere in strada. Violando ogni regola e incappando in una serie di equivoci, riusciranno infine a dimostrare che la solidarietà al femminile può fare miracoli.

ISCRIVITI

Ore 16.00
Talk: Vinicio Marchioni – Premio Fuoricinema WeWorld Conversazione Fuori dall’anonimato.

Fuori dall’anonimato è un progetto che nasce dal desiderio di Cristiana Mainardi, membro della direzione artistica di Fuoricinema, di dare voce alle professioni invisibili delle donne nel cinema italiano. Si confrontano sul tema due “fuoriclasse del casting”, Laura Muccino e Sara Casani – premiate per l’occasione con il premio Fuoricinema-WeWorld – e uno dei loro attori “rivelazione”,Vinicio Marchioni.

Modera: Paolo Baldini, giornalista del Corriere della Sera e membro della direzione artistica di Fuoricinema.

ISCRIVITI

Foto di Camilla Greco.

Ore 16:00
Talk: Oltre la linea dell’orizzonte Le donne come nuovo soggetto delle migrazioni.

I flussi migratori da una prospettiva di genere. Questa la sfida dell’incontro che attraverso la testimonianza diretta di una donna migrante di origine camerunense, l’esperienza di lotta di un europarlamentare, gli studi sulla percezione italiana di un’emergenza ancora molto attuale, prova a scattare una fotografia sul percorso, tortuoso, dell’essere oggi, donna e migrante.

Partecipano:

Chiara Ferrari, ricercatrice IPSOS

Myranda Darlyn Ngobiyanck, testimonianza di una migrazione forzata tra Camerun e Ventimiglia

Pierfrancesco Majorino, Europarlamentare

Martina Castigliani, Giornalista Il Fatto quotidiano e autrice di “Cercavo la fine del mare, storie di migranti raccontate dai disegni dei bambini” (Mimesis)

Modera: Maria Rita Grieco, giornalista Rai TG2.

ISCRIVITI

Ore 17:00
Talk: Donne violate Testimonianza di Ledi Meingati sulle mutilazioni genitali femminili e i matrimoni forzati.

Danda Santini, Direttrice di IO Donna, raccoglie la testimonianza di Ledi Meingati, attivista Masai che, per la prima volta in Europa, racconta la sua storia potente di lotta ed emancipazione in Kenya.

Partecipano
Ledi Meingati, attivista Masai contro le mutilazioni genitali in Kenya
Danda Santini, Direttrice IO Donna

ISCRIVITI

Ore 17:30
Gli ultimi. Monologo inedito di Roberto Saviano per il WeWorld Festival Raccontare chi rimane indietro in Italia: tra dispersione scolastica e violenza sulle donne.

Grazie a un inedito monologo di Roberto Saviano diventano protagonisti le donne e i bambini che il nostro Paese sta lasciando indietro. Tra dispersione scolastica e violenza contro le donne e i loro figli, le storie di tante persone con cui WeWorld lavora da anni, da Scampia a San Basilio, da Sant’Elia alla Barona. Un viaggio lungo tutta l’Italia grazie alla voce dello scrittore, giornalista e sceneggiatore napoletano, attraverso storie di ingiustizie e di riscatti che partono dal basso.  

Saluti Istituzionali: Daria Colombo, Delegata del Sindaco alle Pari opportunità di genere – Comune di Milano.

ISCRIVITI

 

Foto di Riccardo Ghilardi

Ore 17:30
Reading: Il mito delle donne, le donne nel mito Le Eroidi di Ovidio reinterpretate in chiave moderna

Con ‘Le Nuove Eroidi’ (HarperCollins) otto scrittrici italiane reinterpretano con assoluta libertà otto eroine della mitologia greca. Caterina Bonvicini, Teresa Ciabatti, Antonella Lattanzi, Valeria Parrella e Veronica Raimo, sono le protagoniste di questo reading-dibattito che partendo dall’attualità del mito mette al centro la prospettiva e lo sguardo delle donne sul mondo.

 Partecipano:

Le scrittrici: Caterina Bonvicini, Teresa Ciabatti, Antonella Lattanzi, Valeria Parrella, Veronica Raimo.

Modera: Carlo Carabba

ISCRIVITI

Ore 18:30
Talk: Essere volontari Il Terzo Segreto di Satira presenta Following Life.

Il Terzo segreto di Satira presenta la webseries Following Life realizzata in Mozambico con WeWorld Onlus grazie al progetto Eu Aid Volunteers, il “corpo” di volontari e volontarie internazionali europei specializzati in interventi umanitari. Il collettivo milanese attraverso immagini e parole, racconta con leggerezza e senza retorica, il dietro le quinte del lavoro e della vita dei volontari che operano nel paese africano a sostegno del nostro intervento. I protagonisti di quest’avventura di solidarietà internazionale, sono stati filmati non soltanto durante le loro attività sul campo, ma anche nei momenti di vita quotidiana, per capire meglio e senza preconcetti, l’esperienza che hanno vissuto e stanno vivendo.

Partendo dalla visione di Following Life il collettivo milanese racconterà il tema del volontariato come forma di empowerment.

ISCRIVITI

Ore 20:30
Talk+Film: LETIZIA BATTAGLIA – SHOOTING THE MAFIA di Kim Longinotto

Chiude il Festival, nella serata di domenica, l’imperdibile documentario “Shooting the mafia” di Kim Longinotto, in anteprima per gli spettatori del Festival e nelle sale dal 1 dicembre: un ritratto intimo e personale di Letizia Battaglia, fotografa palermitana e fotoreporter per il quotidiano L’Ora, che per l’occasione introdurrà la proiezione in una conversazione con Danilo De Biasio, Direttore Festival dei Diritti Umani.

Una vita vissuta senza schemi: dalla fotografia di strada, per documentare i morti di mafia, all’impegno in politica, Letizia Battaglia è stata una figura fondamentale nella Palermo e nell’Italia tra gli anni Settanta e Novanta. Intrecciando interviste e testimonianze d’archivio, Kim Longinotto racconta la vita di un’artista passionale e coraggiosa, mostrando, attraverso un’esistenza straordinaria e anticonformista, uno spaccato di storia italiana. In cerca di una libertà che passa per il sogno di una Sicilia sciolta dalle catene della mafia.

ISCRIVITI

Ore 21:00
Teatro: Work in Progress per Rosa In esclusiva. Monologo di Donatella Finocchiaro su Rosa Balistreri, musiche di Vincenzo Gangi.

Anteprima esclusiva per WeWorld Festival

La prima giornata del Festival si chiude con un grande momento di teatro: l’attrice Donatella Finocchiaro porta in scena il suo monologo, in parole e musica, su Rosa Balistreri, attivista, poetessa, interprete tra le più formidabili del canto popolare siciliano. Donna del popolo, combattente e ribelle per sopravvivenza ed esigenza: la sua storia di violenza e di rivalsa e il suo ricordo rivivono in uno spettacolo commovente.

A condurre la serata l’attrice Camilla Filippi. Ospite speciale, l’attore Francesco Mandelli, tra i testimonial della campagna di sensibilizzazione #unrossoallaviolenza che Lega Serie A porta avanti da tre anni con WeWorld Onlus. 

ISCRIVITI

Creare empowerment femminile è per noi una condizione imprescindibile per una società più giusta ed equa e una via primaria per la prevenzione e l’emersione della violenza di genere; nonché uno degli obiettivi principali del nostro programma contro la violenza sulle donne in Italia e nel Mondo. Grazie al progetto Spazio Donna, in Italia siamo presenti nei quartieri più difficili di Roma, Napoli e Milano, dove accogliamo tutti i giorni donne di ogni età per offrire loro un luogo in cui parlare, discutere, confrontarsi, per sviluppare autonomia e crescita personale e trovare, là dove necessario, aiuto.

Il nostro impegno per difendere i diritti di donne e bambine e per contrastare ogni forma di abusi e violenza è forte in Italia come all’estero.

In molti Paesi le bambine sono considerate un peso economico per la famiglia, che spesso vede nel matrimonio precoce l’unica soluzione per riuscire a sfamare i propri figli. Nel Mondo sono 650 milioni le bambine che si sono sposate prima di avere compiuto 18 anni.

Per questo ci impegniamo per combattere il fenomeno delle spose bambine e interveniamo nelle comunità più vulnerabili e ad alto indice di povertà in India, Nepal, Kenya e Tanzania con programmi di inserimento scolastico di bambine ad alto rischio di matrimonio forzato. La scuola in questo scenario è un vero e proprio rifugio che può salvare le bambine; un luogo sicuro dove ricevere assistenza e cure mediche, studiare e costruire le basi per una vita autonoma, dignitosa e migliore.

Il WeWorld Festival rappresenta il momento culminante della nostra campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne e i loro figli, un fenomeno che in Italia ha dati disarmanti.

Sono oltre 6 milioni le donne che in Italia subiscono violenza, molte di queste sono madri.

 

AIUTACI A PROTEGGERE LE DONNE E I LORO BAMBINI DALLA VIOLENZA.

DONA ORA

 

 

 

 

Con il patrocinio di:
logo-italia-the-circlelogo-italia-the-circlelogo-italia-the-circlelogo-italia-the-circle
In collaborazione con:
logo-italia-the-circle
Media partner:
Grazie a:
Food&Lifenewtonbaci perugina
logo-italia-the-circlelogo-italia-the-circlebaci peruginabaci peruginabaci perugina

 

Aiutaadesso!

In Italia oltre 6 milioni di donne subiscono violenza. Queste donne sono spesso madri che devono difendersi e difendere anche i loro bambini.

 

 

 

SOSTIENI ORA