WeWorld

Dai un aiuto concretoalle donne in difficoltà

LA STORIA DI SAYNI

Sayni ha 33 anni, due figli di 6 e 3 anni e un marito violento che a volte spariva per giorni lasciandola sola e senza soldi per lei e i bambini. 

LA STORIA DI SAYNI

Sayni ha 33 anni, due figli di 6 e 3 anni e un marito violento che a volte spariva per giorni lasciandola sola e senza soldi per lei e i bambini. 

Sayni è una giovane mamma che ha paura di  non riuscire  a mantenere i suoi figli,  di potersi  e poterli curare, di essere picchiata e maltrattata dal marito come se fosse la normalità.

Sono tante, troppe le mamme come Sayni in Italia e nel  Sud  del Mondo che hanno bisogno  di aiuto. Tu puoi cambiare la loro vita.

Dove interveniamo:

 

Interveniamo per tutelare i diritti delle donne e delle bambine:

 

In Kenya, dove la pratica delle mutilazioni genitali è tuttora profondamente radicata.
In Benin, dove lo scarso sviluppo dell’economia è all’origine della drammatica situazione sociale della popolazione, in particolare delle donne.
In Brasile, dove lo Stato del Cearà, insieme agli Stati di Pernambuco e Bahia, costituiscono le principali rotte del traffico internazionale di persone.
In Cambogia, dove il traffico di esseri umani ogni anno conta almeno 200 mila vittime tra donne e bambini.
In Italia, dove ogni 12 secondi una donna viene colpita da atti di violenza fisica, verbale o psicologica e quotidianamente 64 donne sono vittime di lesioni dolose, 19 di percosse, 14 di stalking e 10 di violenze sessuali. Ogni anno vengono uccise in media 100 donne dal marito, dal fidanzato o da un ex.

 

Come interveniamo:

 

Il nostro intervento si sviluppa attraverso l’accoglienza nei nostri centri di donne e bambine vittime del traffico di esseri umani, attraverso le cure mediche e l’assistenza psicologica alle vittime di abusi e con la concessione di microcredito per aiutare le donne ad avviare una piccola attività che consenta loro di emanciparsi e prendersi cura dei propri figli.

 

Sosteniamo inoltre gli sportelli SOStegno Donna, creati all’interno di tre Pronto Soccorso di ospedali italiani a Genova, Trieste e Roma. Questo servizio, attivo 24 ore su 24 e sette giorni su sette, è in grado di riconoscere e affrontare efficacemente il grave problema delle violenze, degli abusi e dei maltrattamenti contro le donne, le bambine e i bambini, attraverso la presa in carico in emergenza e il rinvio ai servizi del territorio.

 

Bastano 30 centesimi al giorno per garantire visite mediche e assistenza sanitaria alle donne in gravidanza in Kenya. Prevenendo così complicazioni che, nel Sud del Mondo, rappresentano una reale minaccia per la vita delle mamme.

 

Con 60 centesimi al giorno, puoi fornire assistenza medica e psicologica alle donne italiane vittime di violenze e abusi, attraverso gli sportelli SOStegnoDonna.

 

Con 1 euro al giorno, puoi offrire uno spazio di socializzazione, confronto, sostegno psicologico, formazione e avviamento al lavoro alle donne in difficoltà.

Unisciti a noi per dare un aiuto concreto alle donne in difficoltà. Con la tua donazione contribuisci a realizzare i progetti di WeWorld Onlus in Italia e nel Sud del Mondo e regali un futuro a chi non ce l’ha.

 

È il tuo momento: compila il form online oppure scegli un altro modo per aiutarci.

 

 

PER SOSTENERE I PROGETTI A FAVORE DELLE DONNE:
Con bonifico bancario: invia un bonifico bancario intestato a We World Onlus presso UBI Banco di Brescia
IBAN IT10R0350001630000000057407
e inserisci come causale: SOSTEGNO DONNA.

 

Con bollettino postale: invia un bollettino postale intestato a We World Onlus, c/c n. 000013645239
Banco Posta IBAN IT57H 07601 01600 000013645239
e inserisci come causale: SOSTEGNO DONNA.

 

 

BENEFICI FISCALI
Tutte le donazioni a favore di WeWorld Onlus sono fiscalmente deducibili o detraibili secondo i limiti indicati dalla legge.

 

I donatori (persone fisiche) possono detrarre dall’imposta lorda (IRPEF) un importo pari al 26% del contributo liberale erogato. La misura massima sulla quale calcolare la detrazione è di 30.000 euro (art. 15 comma 1.1 DPR 917/86). In alternativa possono dedurre le erogazioni liberali, la misura massima della deduzione è fino al 10% del reddito dichiarato e comunque non oltre 70.000 euro (art. 14 Dl. 35/05). Le donazioni devono avvenire tramite sistemi di pagamento tracciabili.

 

Conserva la ricevuta originale della tua donazione. Per maggiori informazioni puoi contattarci allo 02 56 81 19 38 o scriverci a info@weworld.it