WeWorld
SE VUOI SAPERE COME RENDERE CONCRETO IL TUO AIUTO CHIAMACI DAL LUN-VEN 9.00-18.00 AL NUMERO 848.88.33.88
28 settembre 2020

L’iniziativa dei Murales Resilienti

I “MURALES RESILIENTI” CHE COLORANO IL GUATEMALA

 

“Mentre lavoravo al murales, la gente che passava si fermava incuriosita a guardare e mi faceva i complimenti. Sono grato a WeWorld per avermi dato fiducia e l’opportunità di dimostrare quello di cui sono capace.  Io lavoro come imbianchino, ma quello che mi piace fare veramente e per cui mi sento portato è disegnare. Sono felice di aver dipinto questo murales sulla parete della scuola della comunità dove vivo, perché so che ho contribuito a renderla più bella”.

Jhonatan è uno dei tanti giovani artisti e volontari locali protagonisti dell’iniziativa dei Murales Resilienti, parte del progetto REACT finanziato dall’Iniziativa #EUAidVolunteers. Tra luglio e agosto 2020 sono stati realizzati otto murales in tre diversi dipartimenti del Paese con l’obiettivo di promuovere i valori della resilienza e della solidarietà per affontare e superare l’attuale crisi sanitaria e socio-economica che ha colpito duramente anche il Guatemala.

Abbiamo avviato una collaborazione con quattro organizzazioni attive sul territorio guatemalteco (Entremundos, Caras Alegres, TECHO Guatemala e Centro de Voluntariado Guatemalteco), già coinvolte in una campagna di sensibilizzazione sulle misure preventive al Covid-19 e con esperienza sui temi del volontariato e della cittadinanza attiva. L’idea di partenza è stata quella di lanciare messaggi positivi per il post-pandemia, invitando a una riflessione sui valori che giocano un ruolo chiave per uscire da una crisi, come le relazioni umane, l’aiuto reciproco e la resilienza. Attraverso i colori e le immagini, i partecipanti all’iniziativa hanno potuto esprimere le loro sensazioni riguardo alla situazione attuale e le loro speranze sul futuro. Sulla base di questi spunti, ogni organizzazione ha sviluppato temi e interpretazioni coerenti con la realtà delle comunità dove lavorano.

I murales sono ricchi di simboli e riferimenti alla policroma identità guatemalteca: si celebra la resilienza del popolo Maya e la centralità del mais nell’alimentazione e nella cultura nazionale; gli uccelli in volo e gli animali selvatici ricordano la natura rigogliosa del paese e il desiderio di libertà, mentre il sole, il cielo, i fiumi e i campi coltivati rappresentano gli elementi del fuoco, dell’aria, dell’acqua e della terra che sono alla base della cosmologia maya.

Appaiono anche riferimenti a tematiche molto attuali: un pugno che afferra un mazzo di carote per difendere la sovranità alimentare; un bambino che salta la corda e una bambina che gioca a calcio per contrastare gli stereotipi di genere; una mano che esce da uno schermo per toccarne un’altra, omaggio al ruolo della tecnologia nell’accorciare le distanze durante la pandemia.

I murales sono stati dipinti in luoghi ben visibili e frequentati da persone di diverse età e nazionalità, visto che alcune delle strutture delle organizzazioni sono frequentate da volontari internazionali. Tre murales sono stati realizzati sulle pareti dei campi sportivi di scuole primarie, affinchè anche bambini e bambine possano apprezzarli una volta tornati in classe.

L’iniziativa è stata un’occasione per promuovere il lavoro artistico di giovani pittori e muralisti, che vi si dedicano per professione o per passione. In un momento di difficoltà economica come quella che sta vivendo il Paese, è importante supportare il settore dell’arte, uno dei piu colpiti dalla riduzione delle opportunitá di lavoro e dalla mancanza di sussidi.
Alla realizzazione dei murales hanno partecipato anche alcune volontarie della rete dei Giovani Artisti per la Giustizia Sociale (JAxJS), un movimento che usa l’arte in tutte le sue forme per sensibilizzare su tematiche sociali.

L’iniziativa dei Murales Resilienti ha raggiunto l’obiettivo di promuovere i valori della resilienza e della solidarietà attraverso un’espressione artistica come i murales che, ci auguriamo, riescano ad attirare l’attenzione dei passanti e invitino alla riflessione. Questa esperienza è stata arricchita dal dialogo tra entità diverse tra loro – organizzazioni, artisti, volontari – che condividono l’impegno a migliorare la condizione delle comunità dove vivono e lavorano.