WeWorld
SE VUOI SAPERE COME RENDERE CONCRETO IL TUO AIUTO CHIAMACI DAL LUN-VEN 9.00-18.00 AL NUMERO 848.88.33.88

Il 3 settembre il progetto R.E.A.C.T. si è avviato

SARANNO 3 ANNI DI SFIDE EDUCATIVE

 

3 anni per lavoare nelle città Torino, Milano, Roma, Aversa, Palermo, Cagliari, e fare in modo che 3000 ragazzi e ragazze nel 2021 siano ancora pronti per iniziare un nuovo anno scolastico. Non è un errore aver scritto 2021!

Il traguardo di R.E.A.C.T. – Reti per Educare gli Adolescenti attraverso la Comunità e il Territorio, sostenuto dalla Impresa Sociale Con I Bambini, è il superamento della povertà educativa ed in particolare della dispersione scolastica. WeWorld Onlus iniziò a lavorare sul contrasto alla dispersione scolastica nel 2011, ed allora il tasso di dispersione scolastica a livello nazionale era oltre il 20%, oggi siamo a circa il 14%. Se questo è stato un successo a livello nazionale, quello di aver abbassato il numero di quanti, tra ragazzi e ragazze, abbondonano la scuola ( nel 2011 erano quasi 2 su 10 ), quel successo possiamo dirlo con orgoglio è dovuto anche grazie all’impegno di questi anni di WeWorld Onlus.

Ora il progetto di R.E.A.C.T. è la nuova sfida  per migliorare,non tanto e solo il tasso di dispersione scolastica, quanto la qualità del tempo scolastico di ragazzi e ragazze che sapremo coinvolgere.
Tempo scolastico che è tempo di crescita. È tempo di costruire sogni e progetti.
Saremo impegnati 5 giorni alla settimana per 11 mesi per 3 anni, coinvolgendo 14 scuole, circa 9000 studenti, oltre 600 insegnanti, 100 educatori. Ai nostri ragazzi e ragazze punteremo il dito per dire qui sei tu il protagonista! Saranno protagonisti perché le attività proposte verranno costruite e pensate insieme a loro: la logica del progetto R.E.A.C.T. è questa: mettere al centro il ragazzo e la ragazza. Saranno proposti laboratori scientifici per imparare le scienze in modo concreto, sarà proposto un percorso di realizzazione di un gioco che coinvolga genitori, alunni, docenti e popolazione.

Tutto questo sarà supervisionato e condotto attraverso una metodologia di lavoro di equipe e di approccio innovativo al territorio. Nei diversi territori di intervento avremo un community worker per valorizzare le risorse che il territorio offre, poter rendere risorsa anche il singolo bar o il nonno che conosce a memoria le vie del quartiere. La sfida è un legame, più che uno scambio, intergenerazionale e interprofessionale.

Comunità e territorio a servizio dell’educazione…..una rete per educare!

Certo ora potrebbe arrivare la fatidica domanda: e se non funziona?
L’Impresa Sociale con i Bambini ha voluto che il progetto prevedesse un lavoro di valutazione in tutti gli anni di attività. La valutazione verrà seguita dal centro CRC dell’Università Cattolica di Milano. Una valutazione con rigore scientifico che potrà indicare in modo chiaro se R.E.A.C.T. è un progetto di successo.
Lo sarà, ma ora iniziamo.

Ecco la squadra: WeWorld Onlus (capofila), Asai e coop Terremondo a Torino, Cooperativa Via Libera e Cooperativa Diapason a Milano, Fondazione Domus de Luna e Fondazione Somaschi a Cagliari, Associazione Arcoiris a Quartu Sant’Elena, Cemea del Mezzogiorno a Roma, Associazione Patatrac ad Aversa, Associazione Per Esempio a Palermo.