Bolivia, Perù e Paraguay soffrono di una significativa vulnerabilità al rischio di disastri naturali causati da fenomeni idrometereologici (alluvioni, temporali, siccità e gelate). Mentre in Bolivia il riscaldamento delle acque superficiali del Pacifico (El Niño) ha causato uno stato di emergenza nazionale da deficit idrico e siccità nel 51% dei comuni, in Perù e Paraguay le piogge torrenziali stanno causando pesanti inondazioni. Il numero di famiglie coinvolte è in aumento e le istituzioni locali, preposte alla gestione del rischio e al pronto intervento, spesso non sono in grado di prevenire le situazioni di crisi o di reagire in forma coordinata. Obiettivo del progetto è potenziare a livello nazionale e decentralizzato i Sistemi di Allarme Rapido - EWS per i rischi idrometeorologici nei tre Paesi, sia da un punto di vista scientifico che tecnico, migliorando gli strumenti tecnologici, i meccanismi di coordinamento e garantendo l’implementazione effettiva ed efficace dei Protocolli di Preparazione e Risposta ai disastri. Si favorirà altresì la condivisione di buone pratiche tra il settore privato e la società civile e lo scambio transnazionale di conoscenze, esperienze e strumenti, al fine di garantire la resilienza e la successiva autonomia delle comunità delle aree rurali e periurbane ad alta vulnerabilità.