Nonostante gli importanti progressi fatti negli ultimi decenni nell'ambito della gestione e della prevenzione delle crisi alimentari, Haiti continua a conoscere una forte insicurezza alimentare. Il Coordinamento Nazionale sulla Sicurezza Alimentare (CNSA) di Haiti riporta che nell'area dell’Haut Artibonite, tra le più povere e isolate del Paese, il 54% dei nuclei famigliari si trova in condizioni d’insicurezza alimentare moderata o severa. Il progetto, condotto da un consorzio di organizzazioni, è volto a incrementare la capacità di resilienza della popolazione più vulnerabile nei comuni di Anse Rouge e Terre Neuve, così come a promuovere l’utilizzo delle risorse naturali locali secondo i principi dell'agroecologia. Vista l’esperienza nella gestione di reti di sicurezza sociale, GVC si occupa della distribuzione di coupon alimentari a sostegno di 1818 famiglie vulnerabili, in particolare quelle con figli sotto i 5 anni e donne incinte. Questo aiuto regolare ha il fine di garantire ai beneficiari l’accesso a un’alimentazione sufficiente, nutritiva ed equilibrata, risparmiando così risorse che possono essere investite in altre attività produttive.