Dall’aprile del 2015 il Burundi vive una grave crisi sociopolitica che ha intensificato l’insicurezza alimentare e reso più difficile l’accesso ai bisogni primari da parte della popolazione. Secondo i dati OCHA del Luglio 2016, più di 250.000 rifugiati sono scappati nei paesi confinanti e circa 100.000 sfollati interni sono totalmente dipendenti dalle famiglie ospitanti all’interno del paese. In questo drammatico contesto politico – economico, interveniamo insieme ad Oxfam Olanda con un programma di sostegno diretto alle famiglie più vulnerabili per sottrarle al peggioramento del loro stato di indigenza. Tramite un’analisi preventiva, abbiamo individuato nelle due zone collinari della provincia di Makamba il più alto indice di vulnerabilità legato alla produzione alimentare, alla nutrizione e all’accesso alle risorse economiche. Le famiglie beneficiarie usufruiranno di un trasferimento monetario sufficiente ad acquistare prodotti locali e a soddisfare i propri bisogni primari fino al raccolto agricolo della prossima stagione, previsto per i mesi di gennaio e febbraio 2017.Dall’aprile del 2015 il Burundi vive una grave crisi sociopolitica che ha intensificato l’insicurezza alimentare e reso più difficile l’accesso ai bisogni primari da parte della popolazione. Secondo i dati OCHA del Luglio 2016, più di 250.000 rifugiati sono scappati nei paesi confinanti e circa 100.000 sfollati interni sono totalmente dipendenti dalle famiglie ospitanti all’interno del paese. In questo drammatico contesto politico – economico, interveniamo insieme ad Oxfam Olanda con un programma di sostegno diretto alle famiglie più vulnerabili per sottrarle al peggioramento del loro stato di indigenza. Tramite un’analisi preventiva, abbiamo individuato nelle due zone collinari della provincia di Makamba il più alto indice di vulnerabilità legato alla produzione alimentare, alla nutrizione e all’accesso alle risorse economiche. Le famiglie beneficiarie usufruiranno di un trasferimento monetario sufficiente ad acquistare prodotti locali e a soddisfare i propri bisogni primari fino al raccolto agricolo della prossima stagione, previsto per i mesi di gennaio e febbraio 2017.Dall’aprile del 2015 il Burundi vive una grave crisi sociopolitica che ha intensificato l’insicurezza alimentare e reso più difficile l’accesso ai bisogni primari da parte della popolazione. Secondo i dati OCHA del Luglio 2016, più di 250.000 rifugiati sono scappati nei paesi confinanti e circa 100.000 sfollati interni sono totalmente dipendenti dalle famiglie ospitanti all’interno del paese. In questo drammatico contesto politico – economico, interveniamo insieme ad Oxfam Olanda con un programma di sostegno diretto alle famiglie più vulnerabili per sottrarle al peggioramento del loro stato di indigenza. Tramite un’analisi preventiva, abbiamo individuato nelle due zone collinari della provincia di Makamba il più alto indice di vulnerabilità legato alla produzione alimentare, alla nutrizione e all’accesso alle risorse economiche. Le famiglie beneficiarie usufruiranno di un trasferimento monetario sufficiente ad acquistare prodotti locali e a soddisfare i propri bisogni primari fino al raccolto agricolo della prossima stagione, previsto per i mesi di gennaio e febbraio 2017.Dall’aprile del 2015 il Burundi vive una grave crisi sociopolitica che ha intensificato l’insicurezza alimentare e reso più difficile l’accesso ai bisogni primari da parte della popolazione. Secondo i dati OCHA del Luglio 2016, più di 250.000 rifugiati sono scappati nei paesi confinanti e circa 100.000 sfollati interni sono totalmente dipendenti dalle famiglie ospitanti all’interno del paese. In questo drammatico contesto politico – economico, interveniamo insieme ad Oxfam Olanda con un programma di sostegno diretto alle famiglie più vulnerabili per sottrarle al peggioramento del loro stato di indigenza. Tramite un’analisi preventiva, abbiamo individuato nelle due zone collinari della provincia di Makamba il più alto indice di vulnerabilità legato alla produzione alimentare, alla nutrizione e all’accesso alle risorse economiche. Le famiglie beneficiarie usufruiranno di un trasferimento monetario sufficiente ad acquistare prodotti locali e a soddisfare i propri bisogni primari fino al raccolto agricolo della prossima stagione, previsto per i mesi di gennaio e febbraio 2017.Dall’aprile del 2015 il Burundi vive una grave crisi sociopolitica che ha intensificato l’insicurezza alimentare e reso più difficile l’accesso ai bisogni primari da parte della popolazione. Secondo i dati OCHA del Luglio 2016, più di 250.000 rifugiati sono scappati nei paesi confinanti e circa 100.000 sfollati interni sono totalmente dipendenti dalle famiglie ospitanti all’interno del paese. In questo drammatico contesto politico – economico, interveniamo insieme ad Oxfam Olanda con un programma di sostegno diretto alle famiglie più vulnerabili per sottrarle al peggioramento del loro stato di indigenza. Tramite un’analisi preventiva, abbiamo individuato nelle due zone collinari della provincia di Makamba il più alto indice di vulnerabilità legato alla produzione alimentare, alla nutrizione e all’accesso alle risorse economiche. Le famiglie beneficiarie usufruiranno di un trasferimento monetario sufficiente ad acquistare prodotti locali e a soddisfare i propri bisogni primari fino al raccolto agricolo della prossima stagione, previsto per i mesi di gennaio e febbraio 2017.