Nella provincia di Passorè le condizioni di sicurezza alimentare e nutrizionale della popolazione rurale sono da considerarsi cronicamente critiche. Durante la stagione delle piogge, le scorte alimentari del raccolto dell’anno precedente si esauriscono, mentre il nuovo raccolto deve ancora arrivare. Si tratta del periodo di maggior rischio, durante il quale le famiglie con poche capacità economiche, per accedere al cibo o a servizi di prima necessità, sono costrette a indebitarsi, a vendere i propri mezzi (terreni, materiale agricolo, bestiame di piccola taglia), a dedicarsi ad attività remunerate ma a scapito del lavoro agricolo. L’intervento mira ad assicurare un’alimentazione adeguata in quantità e qualità ai bambini in allattamento sotto i due anni, attraverso la distribuzione gratuita di farine infantili; alla protezione dei propri mezzi, aumentando la disponibilità alimentare attraverso la distribuzione di voucher alimentari da scambiare presso commercianti locali. Contribuisce, altresì, al rafforzamento della resilienza di queste famiglie in maniera durevole, introducendo itinerari tecnici più performanti e input produttivi adeguati, secondo i dettami LRRD (Linking Relief, Rehabilitation and Development).