Nel Mediterraneo e fra la popolazione migrante, sono stati registrati circa 14.500 morti dal 2014, con 5.143 morti e sparizioni solo nel 2016. Il fenomeno migratorio è legato a situazioni di conflitto, persecuzioni o disastri ambientali, ma anche a speranze di miglioramento di condizioni di vita associate a una carenza di fiducia e prospettive nei paesi d’origine. In Africa Occidentale si è riscontrato una forte mancanza di consapevolezza da parte dei potenziali migranti dei rischi associati all’abuso, allo sfruttamento e alle morti durante il viaggio, nonché all’ostilità nei paesi d’arrivo. L’obiettivo del progetto è di minimizzare i costi sociali della migrazione attraverso la mobilitazione delle comunità ed il coinvolgimento della società civile per prevenire migrazioni rischiose. L’azione intende sensibilizzare la popolazione, specialmente potenziali giovani migranti, attraverso attività di sensibilizzazione di massa durante la proiezione del documentario Redemption Song e workshop tematici che accrescano la conoscenza su migrazioni e sviluppo.