L’azione intende colmare il gap che spesso si riscontra tra i programmi di nutrizione e sicurezza alimentare. Le FARN, centri di riabilitazione nutrizionale che curano i bambini malnutriti rappresentano una porta d’accesso privilegiata per assistere e lavorare con le donne più vulnerabili, permettendo di sviluppare insieme a loro attività appropriate e adattate alle loro capacità. Queste donne saranno messe in contatto direttamente con gli operatori comunitari disponibili nella loro regione: in particolare le organizzazioni di produttori che attraverso lo sviluppo del loro centri di assistenza saranno in grado di fornire servizi diversificati partecipando in prima linea ai programmi di sicurezza alimentare.L’azione intende colmare il gap che spesso si riscontra tra i programmi di nutrizione e sicurezza alimentare. Le FARN, centri di riabilitazione nutrizionale che curano i bambini malnutriti rappresentano una porta d’accesso privilegiata per assistere e lavorare con le donne più vulnerabili, permettendo di sviluppare insieme a loro attività appropriate e adattate alle loro capacità. Queste donne saranno messe in contatto direttamente con gli operatori comunitari disponibili nella loro regione: in particolare le organizzazioni di produttori che attraverso lo sviluppo del loro centri di assistenza saranno in grado di fornire servizi diversificati partecipando in prima linea ai programmi di sicurezza alimentare.L’azione intende colmare il gap che spesso si riscontra tra i programmi di nutrizione e sicurezza alimentare. Le FARN, centri di riabilitazione nutrizionale che curano i bambini malnutriti rappresentano una porta d’accesso privilegiata per assistere e lavorare con le donne più vulnerabili, permettendo di sviluppare insieme a loro attività appropriate e adattate alle loro capacità. Queste donne saranno messe in contatto direttamente con gli operatori comunitari disponibili nella loro regione: in particolare le organizzazioni di produttori che attraverso lo sviluppo del loro centri di assistenza saranno in grado di fornire servizi diversificati partecipando in prima linea ai programmi di sicurezza alimentare.L’azione intende colmare il gap che spesso si riscontra tra i programmi di nutrizione e sicurezza alimentare. Le FARN, centri di riabilitazione nutrizionale che curano i bambini malnutriti rappresentano una porta d’accesso privilegiata per assistere e lavorare con le donne più vulnerabili, permettendo di sviluppare insieme a loro attività appropriate e adattate alle loro capacità. Queste donne saranno messe in contatto direttamente con gli operatori comunitari disponibili nella loro regione: in particolare le organizzazioni di produttori che attraverso lo sviluppo del loro centri di assistenza saranno in grado di fornire servizi diversificati partecipando in prima linea ai programmi di sicurezza alimentare.L’azione intende colmare il gap che spesso si riscontra tra i programmi di nutrizione e sicurezza alimentare. Le FARN, centri di riabilitazione nutrizionale che curano i bambini malnutriti rappresentano una porta d’accesso privilegiata per assistere e lavorare con le donne più vulnerabili, permettendo di sviluppare insieme a loro attività appropriate e adattate alle loro capacità. Queste donne saranno messe in contatto direttamente con gli operatori comunitari disponibili nella loro regione: in particolare le organizzazioni di produttori che attraverso lo sviluppo del loro centri di assistenza saranno in grado di fornire servizi diversificati partecipando in prima linea ai programmi di sicurezza alimentare.L’azione intende colmare il gap che spesso si riscontra tra i programmi di nutrizione e sicurezza alimentare. Le FARN, centri di riabilitazione nutrizionale che curano i bambini malnutriti rappresentano una porta d’accesso privilegiata per assistere e lavorare con le donne più vulnerabili, permettendo di sviluppare insieme a loro attività appropriate e adattate alle loro capacità. Queste donne saranno messe in contatto direttamente con gli operatori comunitari disponibili nella loro regione: in particolare le organizzazioni di produttori che attraverso lo sviluppo del loro centri di assistenza saranno in grado di fornire servizi diversificati partecipando in prima linea ai programmi di sicurezza alimentare.