Le comunità palestinesi in Cisgiordania sono vittime di minacce e violazioni dei propri diritti che inducono a un loro progressivo isolamento. Il progetto adotta un approccio di protezione integrato e partecipativo, attraverso l’applicazione della metodologia del Community Based Protection Approach (CPA) per prevenire e alleviare gli effetti negativi del contesto coercitivo ed incrementare la resilienza della popolazione beneficiaria. Le azioni includono identificazione delle minacce, mobilizzazione ed empowerment comunitario, fornitura e distribuzione di materiale e accesso ai servizi essenziali in ambito idrico-sanitario ed educativo, servizi di supporto psicosociale, risposta di emergenza alle demolizioni e violazioni perpetrate dai coloni, e attività di advocacy, sia a livello nazionale che internazionale.