WeWorld
SE VUOI SAPERE COME RENDERE CONCRETO IL TUO AIUTO CHIAMACI DAL LUN-VEN 9.00-18.00 AL NUMERO 848.88.33.88

Valutare la scuolaper migliorarla

27 novembre 2014

VALUTARE LA SCUOLA PER MIGLIORARLA: PAROLA DI ANDREA GAVOSTO, DIRETTORE DELLA FONDAZIONE GIOVANNI AGNELLI

WeWorld: che cosa emerge secondo lei dalla indagine “LOST. Dispersione scolastica: costo per la collettività e ruolo di scuola e terzo settore?”

Andrea Gavosto:  l’indagine evidenzia che non esiste sufficiente riconoscimento reciproco e ancor meno un coordinamento fra il mondo della scuola ed il  mondo del terzo settore.  Se si vuole effettivamente affrontare la questione della dispersione scolastica è necessario che scuola e terzo settore lavorino  di più insieme. Dovrebbe esserci coerenza nelle finalità perseguite dagli insegnanti la mattina a scuola e gli educatori, volontari o professionali, che il Terzo settore mette in campo nel pomeriggio nei vari doposcuola.

WeWorld: che cosa consiglia a scuole e terzo settore per migliorare la collaborazione?

Andrea Gavosto: la ricerca di una azione coerente può essere perseguita  attraverso l’attuazione e lo studio di esperienze pilota che permettano di identificare modelli funzionanti di collaborazione.  Senza che perda creatività e spirito di iniziativa, è necessario che il Terzo settore accetti la sfida della qualità e della professionalizzazione, entrambe passano attraverso la valutazione delle azioni messe in campo contro la dispersione. D’altro canto, in questa battaglia le scuole non possono prescindere dalla collaborazione con il terzo settore. Facendo anche tesoro delle proficue collaborazioni che da anni esistono sul terreno dell’integrazione degli alunni disabili, dovrebbero iniziare a guardarlo come un alleato contro la dispersione, non come un estraneo o addirittura un intruso. Solo così è possibile testare modelli differenti e apprendere da quanto si sta facendo, per giungere alla identificazione di forme di intervento che possano essere estese a livello nazionale.  

Andrea Gavosto, Direttore della Fondazione Giovanni Agnelli. Istituto di ricerca da anni che da anni studia le politiche educative e dell’istruzione del nostro paese, conduce ricerche e valutazioni sulla scuola e la formazione professionale