WeWorld
9 maggio 2017

FESTA DELLA MAMMA
Mothers. Le immagini che danno voce ai diritti delle donne.
Una mostra fotografica per riflettere sui diritti negati alle donne e ai loro bambini
e dare un aiuto concreto alle mamme del Kenya.

 

Inaugurazione mostra, 11 maggio 2017, ore 18.30 – madrina della serata Francesca Senette
Esposizione temporanea dall’08 maggio al 2 giugno 2017
Spazio espositivo PwC Milano, Via Monte Rosa, 91.

In occasione della festa della mamma, giovedì 11 maggio, WeWorld inaugura la mostra fotografica “Mothers. L’amore che cambia il mondo”, presso lo Spazio espositivo di Milano di PwC, network impegnato a garantire la qualità dei servizi fiscali, legali, di revisione contabile e di consulenza, che da anni è al fianco di WeWorld. Madrina della serata Francesca Senette, amica di WeWorld e giornalista televisiva.

WeWorld ha realizzato il progetto fotografico “Mothers. L’Amore che cambia il Mondo” in collaborazione con il fotografo di fama internazionale Fabio Lovino. Obiettivo del progetto è quello di raccontare storie di maternità, in Italia e nel Sud del Mondo, perché ancora oggi molti, troppi sono i diritti che non sono garantiti alle mamme e ai loro bambini.

La mostra rappresenterà l’occasione per riflettere e parlare, ancora una volta, di diritti negati di donne e bambini, e di ricordare quanto le mamme e i bambini siano interconnessi gli uni agli altri. Le fotografie uniche e senza filtri, raccontano realtà dove “sono sempre le donne da sole ad occuparsi del ménage famigliare, dei loro figli, e della loro stessa incolumità messa in pericolo da uomini spesso violenti che abusano di loro” – racconta Fabio Lovino – “È stato un viaggio intenso doloroso, gioioso, faticoso, per uno straordinario confronto con persone distanti per miglia, ma così vicine a noi fondendo pensieri culture. Un viaggio indimenticabile…

La mostra è organizzata proprio in occasione della festa della mamma, un’opportunità per celebrare le mamme di tutto il mondo e puntare i riflettori sull’importanza di prendersi cura di mamme e bambini insieme fin dal primo istante. La mostra infatti servirà per raccogliere fondi destinati al programma 1000 giorni di WeWorld, un programma integrato di intervento precoce per le donne in gravidanza, le neomamme e i loro bebè che vivono in contesti di marginalità.

Troppo spesso, purtroppo soprattutto nei Paesi del Sud del Mondo, le future madri e le neomamme non conoscono l’importanza di prendersi cura di se stesse e dei propri piccoli. Ed è per questo, per aiutare le donne e i loro bambini, che WeWorld ha creato, partendo dal Kenya, il programma 1000 giorni per contribuire in modo significativo al miglioramento della condizione di donne e bambini, con attenzione al tema della nutrizione, sin dalla fase cruciale, che va dalla gravidanza ai primi due anni di età del bambino. Quelli che vengono chiamati i primi 1000 giorni. Un periodo di vita in cui è fondamentale per un corretto sviluppo del cervello del bambino, una crescita sana e un solido sistema immunitario. La malnutrizione (nella mamma prima, e nel bambino poi) può pregiudicare irreversibilmente la salute e la crescita del bambino.

Garantire il benessere delle mamme, specie in gravidanza” commenta il presidente di WeWorld, Marco Chiesara, “è fondamentale per assicurare il benessere dei loro bambini. Allo stesso modo la tutela del diritto alla salute dei bambini e delle bambine e il loro accesso a un’alimentazione sicura e sufficiente avranno ripercussioni sulle loro vite adulte, quando saranno a loro volta madri e padri”.

In Kenya, dove WeWorld ha iniziato questo intervento, le madri a causa dell’estrema povertà e della poca consapevolezza, non si controllano, non mangiano regolarmente e non partoriscono in ospedale.

Il programma 1000 giorni attivato in Kenya vuole mettere un punto, perché “la denutrizione non è ineluttabile, ma prevenibile con investimenti economici adeguati, politiche e interventi volti a migliorare la salute e la nutrizione materna. Se gli investimenti sui primi 1000 giorni sono fondamentali, è ugualmente importante garantire il diritto alla salute delle donne sin dall’infanzia, in modo da rompere quel ciclo della malnutrizione che si riproduce di generazione in generazione. Le donne e le mamme, se supportate da programmi adeguati, possono essere il motore del cambiamento per se stesse e per i propri figli” conclude Chiesara.

Ognuno può contribuire e diventare il motore del cambiamento per le mamme e i loro figli dando un aiuto concreto alle mamme e ai bambini del Kenya. Dona ora!

Per continuare a sensibilizzare sul tema delicato ed importante dei diritti delle donne e dei loro bambini WeWorld ha scelto in occasione della festa della mamma un mezzo che arriva facilmente e senza filtri al cuore delle persone: la fotografia. E per farlo ha scelto un alleato speciale: il fotografo Fabio Lovino, che viaggiando per un anno intero nei Paesi dove WeWorld interviene, ha raccontato le storie di coraggio e di amore delle madri e donne protagoniste degli scatti della mostra.

Mothers. L’amore che cambia il mondo
Progetto fotografico realizzato da WeWorld con Fabio Lovino
8 maggio – 2 giugno
Spazio espositivo PwC Milano
in Via Monte Rosa, 91