Il nostro nuovo progetto– in breve #ClimateOfChange – finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del Programma DEAR (Development Education and Awareness Raising Programme) che mira a stimolare i giovani europei a comprendere le complesse relazioni tra cambiamenti climatici e fenomeni migratori, per favorire la creazione di un movimento di persone informate, pronte a cambiare stile di vita e a richiedere nuove politiche di sviluppo.

Il progetto si propone di migliorare le condizioni di vita di 800 famiglie siriane (circa 4.500 individui), costrette dall’esercito libanese a dislocare le proprie tende in aree completamente isolate e prive di servizi nella zona di Masharia al Qaa (immediatamente a ridosso del confine siriano). In particolare, attraverso la realizzazione di attività volte a favorire l’accesso all'acqua e il miglioramento delle condizioni abitative e igienico-sanitarie all'interno degli accampamenti informali in cui sono attualmente alloggiate. Si prevedono inoltre distribuzioni di kit per la riparazione delle tende, isolamento dal terreno ed impermeabilizzazione, oltre alla fornitura di cisterne per la raccolta d’acqua, connessione ai pozzi e fornitura di latrine.

L’intervento si inserisce in un programma più ampio finanziato dalla DG ECHO della Commissione Europea e consentirà di completare gli interventi già avviati per far fronte all’emergenza determinatasi a seguito dello sgombero forzato dei rifugiati, permettendo di ristabilire all’interno degli insediamenti condizioni abitative ed igienico-sanitarie in linea con gli standard operativi concordati con le altre organizzazioni internazionali presenti nella regione.