WeWorld
SE VUOI SAPERE COME RENDERE CONCRETO IL TUO AIUTO CHIAMACI DAL LUN-VEN 9.00-18.00 AL NUMERO 848.88.33.88
19 settembre 2017

UN LIBRO PER RICORDARE E UN AIUTO DIRETTO PER RICOMINCIARE.

 

Il 22 settembre alle 5 di pomeriggio presso la Nuova Area del Gusto, delle Tradizioni e della Solidarietà di Amatrice presenteremo il libro “Senza Quel Giorno” che raccoglie le storie dei beneficiari del nostro programma Aiuto Diretto.

Il libro, scritto da Giuseppe Goisis con le foto di Giovanni Diffidenti riprende, in tredici giorni di viaggio, le interviste e le foto di chi ha deciso di ripartire nel luogo in cui aveva perso tutto, e lo ha fatto anche con il nostro aiuto.

Con il nostro programma Aiuto Diretto abbiamo fornito un contributo in denaro che consentisse la ripresa di attività sociali ed economiche, in modo da accelerare, per quanto possibile, il ritorno alla normalità.
Grazie all’aiuto di aziende e donatori privati abbiamo raccolto 260.000 euro, aiutando 120 beneficiari diretti e 200 indiretti.
Vogliamo raccontare la storia di Florentina e Simona come simboli di rinascita.

 

Florentina

 

Florentina, rumena di nascita ma amatriciana d’adozione, ad Amatrice aveva un’attività di agricoltura e allevamento. La notte del 24 agosto stava viaggiando, di ritorno da una visita in Romania, per radio hanno sentito la notizia. Arrivata sul posto con la sua famiglia ha constatato la distruzione. La loro casa in briciole, sommersa da altre case. Florentina vorrebbe che la gente, tutti quanti, potessero restare, riprendere abitudini, recuperare la bontà, tornare a sorridere, ad avere quel poco di cui erano contenti, perché l’economia, qui, è sempre stata di piccola scala.
C’è un profondo senso di gratitudine nel cuore e nelle parole di Florentina. Con il progetto Aiuto Diretto ha ricevuto un furgoncino per aiutarla a ricostruire la sua attività lavorativa.

 

 

siona ok

 

Simona aveva un negozio di abbigliamento in affitto, negozio che è andato distrutto. La notte del 24 era a Faizzone con la madre e la bambina. È venuta giù metà casa, sono uscite tutte salve dalla finestra. Con il fratello poi è andata a soccorrere come poteva chi in quel momento aveva bisogno.
Nell’emergenza ha cucinato per i volontari: 700 pasti al giorno per 10 giorni. Gente stupenda che ha fatto di tutto, soprattutto per i bambini. È grazie a loro se sua figlia non ha mai smesso di sorridere.  Con il nostro Aiuto Diretto Simona ha ottenuto una ricamatrice, per dare forza al desiderio di rimettere in piedi l’attività di vent’anni.  Appena le è stata consegnata, si è messa subito al lavoro per produrre una nuova collezione, il primo passo verso la normalità.

 

 

Florentina e Simona, insieme agli altri beneficiari del nostro Aiuto Diretto, saranno con noi  il 22 settembre in occasione della presentazione del libro “Senza Quel Giorno”.